Progetto Symposium

Giovani-ManiL’Associazione Volta la Carta è capofila del Progetto Symposium – Intervento formativo per la diffusione della legalità attraverso l’inserimento lavorativo e l’inclusione sociale.

Obiettivo generale del Progetto Symposium è di contribuire concretamente alla diffusione della cultura della legalità nel territorio palermitano, soprattutto in quella fascia della popolazione più debole economicamente e socialmente e pertanto a serio rischio: giovani, inoccupati e disoccupati, provenienti in particolar modo da un quartiere palermitano di periferia, caratterizzato da un alto tasso di criminalità e illegalità diffusa, quale è quello coinvolto nel progetto, attraverso la Scuola che vi ha aderito in qualità di Partner Esterno. Altro obiettivo generale è quello di promuovere la cooperazione e l’integrazione delle fasce più deboli della società attraverso l’inserimento nel mondo lavorativo. Terzo obiettivo generale è l’avvicinamento dei giovani alle Istituzioni, intese queste ultime nel senso più vero del termine quali interlocutori reali e attenti alle istanze che provengono dal mondo giovanile. Più specificamente, si intende aumentare il numero di giovani coinvolti in attività produttive e commerciali per il loro recupero psico-sociale, aumentare il fronte della lotta alla criminalità creando un nuovo soggetto sociale “pulito e solidale”, aumentare le relazioni e i contatti con le istituzioni, gli enti, le associazioni del territorio nell’ottica di una collaborazione produttiva ed efficace per il benessere sociale, diminuire l’esclusione sociale di soggetti in condizione di svantaggio derivante tanto da condizioni socio-economiche quanto da presenza di disabilità.
A tal fine, SYMPOSIUM intende coinvolgere, quali beneficiari diretti del progetto, attraverso un’attenta e specifica selezione, 15 giovani, compresi fra i 18 e i 28 anni di età, inoccupati e disoccupati, di cui almeno il 50% donne e almeno il 30% disabili psichici.
nell’ambito del catering e del banqueting, e la successiva creazione di una cooperativa che permetta ai giovani beneficiari di inserirsi nel mondo lavorativo. Nella selezione dei beneficiari, prerogativa fondamentale sarà l’appartenenza ad una fascia di età ben precisa (18 – 28 anni), al fine di consentire la creazione di un gruppo omogeneo nelle caratteristiche e nelle istanze; inoltre, come specificato in precedenza, il progetto intende anche favorire l’inserimento di soggetti appartenenti alle fasce deboli: ecco perché, tra i beneficiari diretti, si prevede una percentuale pari almeno al 30% di soggetti con disabilità psichica e una percentuale
pari almeno al 50% di giovani donne, tra le quali priorità verrà data alle ragazze madri.
A ciò si aggiunga che – come verrà ulteriormente specificato nel prosieguo di questa sintesi – la stessa realizzazione del progetto verrà affidata a risorse umane e professionisti che, quasi nella misura del 90% non superano i 35 anni di età.
La Partnership coinvolta infatti vede la partecipazione, di ben cinque soggetti, di cui 4 Scuola Statale, che delle politiche giovanili, di sostegno alle fasce deboli e della diffusione della legalità
hanno fatto la loro ragione di nascita (alias, costituzione) e di esistere. Della costituenda ATS, faranno parte: l’Associazione Volta la carta, in qualità di Capofila, costituita e guidata prevalentemente da giovani (dei tre componenti del direttivo, due hanno meno di 35 anni) e da anni impegnata in attività realizzate con l’intento di promuovere l’integrazione sociale e l’autonomia delle persone con disagio mentale e di sostenere psicologicamente i loro familiari; l’Associazione KAIROS A.C.F.P. (Association for Criminal and Forensic Psychology), in qualità di Associato 1, anch’essa costituita prevalentemente da giovani al di sotto dei 35 anni (4 su 5), svolge attività e interventi nell’ambito delle discipline psicologico-giuridiche, criminologiche,
criminalistiche, investigative, applicate alle scienze forensi, con particolare attenzione ai temi della tutela delle vittime della devianza e della diffusione della legalità; l’Associazione La linea della palma, in qualità di Associato 2, con una significativa rappresentanza di giovani negli organi Direttivi (il Presidente e Legale Rappresentante ha 30 anni), ente di formazione accreditato nella Regione Siciliana, da oltre cinque anni, realizza, nell’ambito delle politiche attive del lavoro, percorsi integrati di formazione e inserimento lavorativo, grazie ad una consolidata rete di relazioni virtuose con PMI e associazioni di categoria; l’I.P.S.S.E.O.A.
“Pietro Piazza”, Associato 3 Esterno all’ATS, è un Istituto Professionale Statale per i servizi di
enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, situato in uno dei quartieri più a rischio di Palermo (zona Corso dei Mille – Brancaccio), da anni è impegnato contro la dispersione scolastica e il coinvolgimento nei percorsi professionali dei ragazzi del “Quartiere”; infine, l’Associazione “Comitato Addio Pizzo” di Palermo,
Associato 4 Esterno all’ATS, movimento di giovani della società civile, che dal basso si è fatto portavoce di una vera e propria “rivoluzione culturale” nella città di Palermo prima e in tutta la Sicilia dopo, sperimentando una prassi commerciale unica e originale, il Consumo critico Addiopizzo, un particolare patto tra cittadini/consumatori e i commercianti che si oppongono alle richieste estorsive della mafia.
Sotto il profilo delle attività, ciascun partner nell’economia complessiva del programma progettuale che qui si presenta si fa portatore di un valore aggiunto e di un contributo specifico e necessario alla realizzazione delle attività e al conseguimento dei risultati.
Specificamente, il progetto si presenta come l’integrazione armonica e virtuosa di più azioni/attività che trovano nell’obiettivo comune la loro sintesi: la formazione professionalizzante e l’inserimento lavorativo attraverso la costituzione di una cooperativa di 15 giovani (inoccupati/disoccupati, donne, disabili psichici) che si specializzeranno nella preparazione di pasti per il servizio di catering e banqueting (banchetti, feste, eventi, convegni, etc.). Ai partecipanti saranno erogate 200 ore di formazione, tra teoria e pratica di laboratorio(cucina) e, contestualmente, si procederà alla costituzione della cooperativa, al fine di avviare, già all’interno della durata del progetto (18 mesi in tutto) una vera e propria azione di incubazione d’impresa.
Infatti, durante la vita progettuale, grazie anche al prezioso contributo della rete di Addiopizzo, si avvierà un’intesa campagna di marketing, sostenuta e supportata dal Piano di comunicazione, col quale si intende coinvolgere attraverso convegni e seminari anche le Istituzioni del territorio, che in tal modo potranno conoscere e avvalersi in futuro dei servizi della cooperativa, con l’obiettivo fondamentale di garantirne la
sostenibilità anche e soprattutto dopo la conclusione del Progetto.
Appare chiaro dunque che, sotto il profilo dei risultati attesi, Symposium intende concretamente sperimentare un modello positivo di diffusione della legalità e di inclusione sociale: offrire a quindici giovani, che vivono in misura diversa situazioni di svantaggio una straordinaria opportunità di crescita personale e di riscatto sociale in un territorio, come quello palermitano, dove i modelli positivi rappresentano, per il solo fatto di esserci, una visione rivoluzionaria del mondo e della vita, di cui i beneficiari indiretti vanno al di là delle normali previsioni. Non solo infatti i genitori dei ragazzi coinvolti indirettamente beneficeranno del
Progetto, ma anche i loro amici, gli insegnanti, le istituzioni stesse e, per il loro tramite la comunità tutta!

Spiegare le vele- Attività in barca a vela per il disagio psichico

Sono ancora in fase di costituzione gli equipaggi per “Spiegare le vele”, laboratorio per sviluppare autonomie e competenze sociali a bordo della Barca a vela “VIVA” – Cantiere Di giovanni servizi nautici Acquasanta, Cortile Bagni Minerali n. 7, Palermo. Si tratta di una  attività di  riabilitazione e educazione all’autonomia, alla socializzazione, alla collaborazione, attraverso l’attività sportiva della vela.

IMG_3717 Il percorso è particolarmente ritagliato sulle esigenze di accoglienza, gradualità e sostegno delle persone con lieve o medio disagio psichico, che si trovino in una condizione emotivo-comportamentale stabile.

Condotti da operatori del disagio psichico, operatori di vela solidale, marinai con esperienza nel settore della vela solidale, i partecipanti apprenderanno elementi di marineria a bordo della barca a vela VIVA dell’associazione sportiva Eterotopia.

Le attività avranno inizio alla costituzione di gruppi di 4 persone.

 CONTENUTI

Durante le attività di laboratorio saranno introdotti, parallelamente al tema della marineria e della navigazione, i concetti di equipaggio, collaborazione, rispetto dei ruoli e dei tempi propri e dei compagni. Le esperienze in barca daranno modo di sviluppare temi quali la condivisione di spazi comuni, la suddivisione dei ruoli e dei compiti, il rispetto delle regole, la responsabilità nei confronti di sé e degli altri, nonché la capacità di lavorare collettivamente per raggiungere un obiettivo comune. L’esperienza della navigazione offre numerosi spunti per affrontare il tema del contatto con l’ambiente naturale e di godere e conoscere la bellezza che ci circonda. In ultimo, il lavoro in barca e la conduzione della navigazione permetteranno di approfondire e comprendere meglio la relazione di causa ed effetto tra azioni compiute e loro conseguenze, sia a livello di attività fisica che nell’ambito del rapporto con gli altri.

OBIETTIVI GENERALI

-Creazione di spazi di socializzazione, miglioramento della capacità di adattamento sia all’interno di un gruppo sia rispetto ad un ambiente nuovo, raggiungimento di una maggiore autonomia nelle relazioni e nello svolgimento di attività quotidiane.

-Miglioramento delle capacità comunicative e di ascolto e di reazione agli stimoli.

-Acquisizione di una maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità, quindi di una maggiore autostima.

PERCORSO E FASI:

Il percorso consta di 3 momenti fondamentali:

-         attività a terra: 4 incontri di 2h ciascuno: costruzione del gruppo e laboratori introduttivi sul tema della marineria da svolgersi all’interno della barca ormeggiata.

-         Uscite brevi in barca: 2 uscite in mare di mezza giornata ( 9:00/13:00 o 14:00/18,30) durante le quali i partecipanti possano prendere confidenza con il nuovo ambiente e apprendere i rudimenti della navigazione in equipaggio, lavorando in maniera coordinata, collaborativa.

-         Uscita giornaliera: dalle ore 10:00 alle ore 18:00. un’intera giornata per sviluppare il sensi di autonomia, indipendenza e l’importanza del lavoro di gruppo.

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

 Volta la carta Onlus – progetti ei interventi sul disagio psichico tel 3466463298

 Ass.ne sportiva Eterotopia Laboratorio Navigante tel 3291560365

 

La Barca a vela Viva, si trova ormeggiata presso il Cantiere Di Giovanni Servizi Nautici Acquasanta – Cortile Bagni Minerali, 7 Palermo

FESTA INAUGURAZIONE NUOVA SEDE IN VIA DEI NEBRODI, 55 – PALERMO

ContentImage-3754-96694-balloonbanner

L’appuntamento è per sabato 28 marzo 2015 alle ore 16,30 presso la nuova sede associativa, per festeggiare con noi l’apertura dei nuovi spazi e la condivisione del nuovo assetto organizzativo: nuove attività, calendario trimestrale delle gite domenicali, condivisione dei metodi e degli obiettivi. Ecco il programma della festa:

  • h 16:30  salone delle feste _ anteprima dello spettacolo teatrale laboratoriale “Mar d’amore”;
  • h 17:00  salone delle feste_ inizio delle danze;
  • In contemporanea stanza attivitàmostra dei lavori del laboratorio di pittura e  proiezione  video attività svolte;
  • h 18:00 studio_ presentazione del programma  delle attività ai familiari;
  • h 19:00 salone delle feste _ Taglio della torta e… brindisi!

Sono invitati tutti coloro che hanno in questi anni partecipato alle attività associative, nonché i familiari, gli operatori del disagio psichico e quanti siano interessati a seguire una esperienza che cresce e matura all’interno della città. Informazioni: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 12:30 presso la sede sociale in via dei Nebrodi, 55 a Palermo. tel. 3891743075

Palermo 5 giugno 2014, – Evento conclusivo Progetto Teseo

Palermo 5 giugno 2014, – Evento conclusivo Progetto Teseo PRESSO LA VIGNIELLAIMG_8650

ATTENZIONE! AFFETTUOSAMENTE L’ASP 6 – NELLA PERSONA DEL DIRETTORE GENERALE NON HA DATO L’AUTORIZZAZIONE AD UTILIZZARE GLI SPAZI CONGRESSUALI DELLA VIGNICELLA. L’EVENTO SI E’ PERTANTO SVOLTO PRESSO L’ISIL

PROGRAMMA TESEO-Rete di sostegno per la salute mentale  

Seminario :  La rete di associazioni e i risultati del programma;  Il ruolo del terzo settore nella salute mentale

Con il contributo di Fondazione con il SUD Bando reti di sostegno per il volontariato 2011 

Programma

• h 9,00 Colazione di accoglienza e registrazione dei partecipanti;

• h 10,00 Saluti delle autorità, intervengono:

- il Direttore del Dipartimento Sanitario Salute Mentale, Dipendenze Patologiche e Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza ASP 6 Palermo Dott. Giorgio Serio; - il Responsabile del coordinamento Attività riabilitative di Salute Mentale Dott. Antonio Sabatino - il Responsabile dell’UO ISIL Dott. Calogero Contino; - Il Direttore del Cesvop e Referente Regionale Programmi e reti di volontariato 2011 Alberto Giampino.

• h 10,30 “Il programma Teseo e l’associazionismo dedicato alla salute mentale” – la presidente dell’associazione Punto di Partenza, Laura Marsala;

• h 10,50 “Il lavoro di rete e il coinvolgimento del territorio: esperienze del programma TESEO” – la coordinatrice dell’azione Incontro col territorio, Dott.ssa Viviana Caronia,vicepresidente del Co.Re.Ca.F. ;

• h. 11,10 “Azioni e risultati del programma Teseo; allargamento della rete e presentazione dei nuovi partner : Ass.ne Meravigliosamente – A.F.I.P.R.E.S. Marco Saura – Ass.ne Arcoiris – Ass.ne Io Come Voi – Ass.ne Progetto Itaca – “Il canto di Los- soc.coop”- la coordinatrice , Dott.ssa Claudia Cincotta, presidente dell’associazione Volta la Carta

• h.12,00 “Il percorso formativo esperienziale dei volontari del programma Teseo” – relazioni e proiezione video/immagini del lavoro di formazione svolto dalla Dott.ssa Clementina AnelloDott. Davide Casciolo , Dott.ssa Piera Garitta , Dott.ssa Salvina SpitaleDott.Daniele TesauroDott.ssa Mariolina Vallone. A cura dei formatori del progetto ”Esperienza psichica del volontariato” La psicologa accoglienza volontari Dott.ssa Tiziana Compagno

• 12,30 esibizione del Coro Polifonico “CORALMENTE”del D.S.M. ASP 6 Palermo diretto dal maestro Livio Girgenti;

 

 

 

 

13:00 Pranzo a buffet preparato da volontari e partecipanti al programma Teseo

15:30/18:30 : Laboratorio esperienziale (riservato ai volontari che hanno partecipato alla formazione Teseo e agli operatori)  di arte terapia per volontari e operatori del condotto dalla dott.ssa Claudia Bongiorno , psicologa- psicoterapeuta-arteterapeuta – didatta e supervisore Art Therapy Italiana e Istituto Italiano Psicoterapie Espressive.

Ass.ne Volta la carta ONLUS 346.64.63.298

Ass.ne Punto di Partenza 346.64.63.299

Facebook: Programma Teseo rete di sostegno per la salute mentale

Il programma prevede un pranzo a buffet preparato dai volontari e dai partecipanti al programma Teseo che hanno reso possibile il raggiungimento dei risultati.

 

Dona il 5xmille all’Associazione Volta la carta ONLUS

Il 5xmille è una occasione per te e per noi..non ti costa nulla ma ci permette di offrire servizi personalizzati ed efficienti a persone con disagio psichico e di sostenere le loro famiglie nel progettare il futuro e il presente dei propri figli.

SCRIVI 5xmille al C.F. 97193929820

Seminario sul Dopo di Noi

1620594_10152184287073930_2083847456_nSi è svolto giovedì 13 febbraio presso la sede dell’U.O. I.S.I.L. ( ASP6) in via La loggia, 5 a Palermo il seminario previsto dal programma Teseo – rete per la salute mentale  dal titolo : “Gruppi appartamento e soluzioni per il Dopo di noi” condotto dal Dott. A. Sabatino e dal dott. R. Barone. La grande e attenta  partecipazione dei familiari, ha permesso di svolgere un incontro basato sul dibattito e lo scambio.

1902925_10152184289468930_1784715511_n

Interessante  la sollecitazione finale da parte dei conduttori, rivolta alle associazioni di volontariato: è necessario tenersi sempre informati e partecipare alle consultazioni previste per legge. Al proposito, l’Azienda Sanitaria Provinciale n. 6   proprio in queste settimane, dovrebbe pubblicare sul sito ufficiale un avviso per le associazioni del Terzo settore chiamandole a partecipare alle consultazioni per decidere le direzioni progettuali del Piano di Zona. Prossimamente sul nostro sito pubblicheremo tale avviso.

Ass punto di partenza Seminario 13 febbraio 2014